Una baby famiglia si affaccia sulla società

 

 Fonte: Il corriere

 

il Sun: IL PARTO in un ospedale dell’East Sussex, una contea dell’Inghilterra sud-orientale
Londra, diventa papà a 13 anni
Una ragazzina 15enne avrebbe dato alla luce la piccola Maisie. Il baby-papà: «Avrò cura di mia figlia»

LONDRA – Un bambino con i capelli corti è immortalato sul sito del Sun mentre stringe le mani di una neonata nel suo lettino. La foto a tutta pagina campeggia sulla home page del tabloid, che svela come il bambino abbia appena 13 anni e sia il padre della piccina. Nel riquadro più piccolo la foto della madre, appena 15enne.

«VOLEVAMO AVERE QUESTA BAMBINA» – Il tredicenne Alfie, residente a Eastbourne, «è diventato padre quattro giorni fa» scrive il Sun. «La sua ragazza, la 15enne Chantelle, ha dato alla luce Maisie Roxanne» in un ospedale dell’East Sussex, una contea dell’Inghilterra sud-orientale, spiega ancora il tabloid. «Volevamo avere questa bambina», avrebbero spiegato i due ragazzini-genitori al giornalista del Sun che li ha intervistati.

«SARO’ BUONO E MI PRENDERO’ CURA DI LEI» – Alfie è descritto come un ragazzino timido, ma deciso. «Ho pensato che sarebbe stato bello avere un bambino – ha spiegato -. Sarò buono e mi prenderò cura della mia bambina». Quando Maisie Roxanne è stata concepita («per una sola notte di sesso non protetto» scrive il Sun) il suo baby-papà aveva ancora dodici anni. E tuttavia, d’accordo con la fidanzatina Chantelle, ha pensato che fosse giusto che Chantelle portasse avanti la gravidanza. I due ragazzini, però, avevano deciso in un primo momento, racconta il Sun, di nascondere la cosa ai rispettivi genitori. Ma il piano non funzionato a lungo: per Chantelle è diventato impossibile nascondere la gravidanza e da allora i futuri nonni hanno deciso di appoggiare i loro ragazzi. «Alfie gioca come sempre alla Playstation, ma ogni giorno va in clinica per far visita alla giovane mamma e al suo bambino» ha raccontato il padre del 13enne. «Il mio ragazzo non comprenda l’enormità della situazione, ma muore dalla voglia di diventare un essere un padre responsabile». Alfie ha voluto essere il primo a prendere in braccio Maisie, dopo il parto. «La bacia teneramente e le dà il biberon», scrive il tabloid. 

 

****************************************

 

La storia è particolarmente bella direi.

Con l’aiuto della loro famiglia alle spalle forse potranno godersi questo figlio più di quanto non fanno i genitori di oggi con tutto il da fare che hanno.

Certo sarà difficile ma, chi ci dice che non potrebbe funzionare? O che potrebbe funzionare meglio di tante famiglie di oggi?

Spesso le donne oggi devono ricorrere alle fecondazioni assistite o artificiali, perchè lo stress o l’età che avanza impedisce loro di poter avere tutta la serenità di concepire, oppure perchè si pensa che non ci sono soldi e allora si aspettano giorni migliori, poi i giorni passano, i mesi li seguono, gli anni …. e poi ti rendi conto che ormai sei li li per dire ma chi me lo fa fare ormai sono troppo grande e il sogno che magari per qualcuna era il sogno di una vita svanisce nel nulla.

Questi due ragazzi sono davvero molto giovani, ma diamo loro il beneficio del dubbio, è probabile che possano fare bene.

Chi lo sa?

Per il momento i migliori auguri da parte mia alla baby famiglia 🙂

 

Una baby famiglia si affaccia sulla societàultima modifica: 2009-02-14T13:20:10+01:00da raffaela075
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Una baby famiglia si affaccia sulla società

Lascia un commento