Le sonde danno alla NASA l’Opportunity di vedere il suo interno

Opportunity sta dando la possibilità agli scienziati della NASA di scoprire e studiare a fondo il territorio e la composizione geologica di Marte.

Su una pianura di Marte è stata scoperta una roccia più scura della grandezza di un pallone da Basket, che per composizione, sembrerebbe totalmente diversa da quelle rinvenute su marte e dal meteorite che ci è giunto da li; queste le parole di Steve Squyres dell’Università di Cornell in Ithaca, N.Y..

Squyres è uno dei ricercatori principali di Opportunity e del suo gemello e compagno di viaggio Spirit. “E’ una delle cose più favolose che Opportunity abbia scovato dall’inzio del suo viaggio.” Aggiunge Squyres.

La sonda aveva trovato qualcosa di simile, qualche mese fa, gli scienziati pensano che sia stata espulsa da uno dei crateri che si trovano vicino alla scoperta. La “Bounce Rock” così è stata chiamata, ha delle compatibilità geologiche con il meteorite ritrovato sulla terra.

 

“L’isola di Marquette” così è stata definita la roccia scura ritrovata, è una roccia a grana grossa con una composizione di basalto.

La porosità indica che si è raffreddata lentamente dalla roccia fusa, concedendo il tempo ai cristalli di svilupparsi. Questa composizione suggerisce ai geologi che sia nato in profondità nella crosta, non in superficie in cui si raffredderebbe più rapidamente ed avrebbe struttura fine-granulosa.

 

Opportunity è solo al 30% del suo viaggio al momento, e chissà cosa ancora troverà e cosa ci mostrerà, e cosa ci nasconderanno.

Rimaniamo in attesa di aggiornamenti dalle due piccole spie su Marte e chissà…..

 

 

 

Per leggere l’articolo per intero NASA

 

 

418342main_mer20100121-516.jpg

Le sonde danno alla NASA l’Opportunity di vedere il suo internoultima modifica: 2010-01-25T10:40:00+01:00da raffaela075
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Le sonde danno alla NASA l’Opportunity di vedere il suo interno

  1. In che senso scusa?
    Guarda che la notizia non di riferisce alla macchia scura, si riferisce al masso in se.
    Quel segno sarà stato lasciato come dicevo dal braccio meccanico che è ancora la vicino.

    Il dire quando è troppo è troppo, mi sembra fuori luogo, anche perchè ti ripeto la notizia non verte sulla macchia scura, ma sulla pietra che appunto viene identificata con la grandezza di una palla da basket

Lascia un commento