Lo stato si accanisce sulle persone oneste!! L’italia sta morendo

C’era una volta una repubblica fondata sul lavoro….

Così di solito cominciano le favole, ma purtroppo oggi quella repubblica non c’è più al suo posto c’è l’Italia.

Quella che vi racconto oggi è una storia che è realmente accaduta e sta ancora torturando la vita di una giovane ragazza.

Ma andiamo per gradi e cominciamo dall’inizio.

Parliamo di A. una ragazza semplice, mamma felice di due gattini, che vive e lavora a Milano.

È la classica ragazza della porta accanto, generazione mille euro che lotta ogni giorno per riuscire ad arrivare a fine mese, un bel giorno di qualche settimana fa riceve una visita degli ufficiali giudiziari a casa dei suoi genitori che gli intimano di pagare una somma di un milione di euro.

Ci pensate?

Un milione di euro di debito nei confronti dello stato che non sappiamo ancora da dove arrivano.

Si comincia a indagare tra pianti e sedativi, tra crolli nervosi e tentativi di conforto, grazie ad un avvocato si scopre che sono contributi non pagati da una società presso la quale lavorava, che piuttosto che pagare i suoi debiti ha dichiarato fallimento “terapeutico” lasciando nella merda i poveracci che un giorno ne avrebbero pagato le conseguenze.

Ovviamente non si tratta davvero di pagare un milione di euro, ma di circa mille… purtroppo però quando l’impiegato della pubblica amministrazione stava compilando il bollettino di pagamento, probabilmente stava pensando ai cazzi suoi, alle vacanze o chissà che altro e quindi ci ha dato dentro con gli zeri.

Roba da non credere!

Ma intanto il tribunale, essendo vicino al periodo estivo manda un’altra notifica nella quale informa la povera ragazza che visto il periodo di vacanza, il suo problema verrà discusso in tribunale a settembre e che intanto avrebbero congelato il suo stipendio a scopo preventivo!

Oltre al danno la beffa!

Come fa una persona a dover pagare qualcosa se gli bloccano lo stipendio?

Come fa una persona onesta a pagare un debito se la sua forma di sostentamento viene a mancare?

E pagare l’affitto? E mangiare? Dar da mangiare ai suoi gattini?

Non può abbandonare il lavoro, ma deve trovarne un altro nel quale dovrà lavorare in nero tutto il tempo, andando contro quindi lo stato e le leggi dello stesso.

Il lavoro in nero è sempre stato una piaga sociale, tramite la quale la gente di bassa lega evitava di pagare le tasse, ma purtroppo erano i poveri lavoranti a doverne pagare le conseguenze e so bene come funziona, perché prima di decidere di abbandonare tutto per cercare una vita migliore ho lavorato in nero anche io per una persona spregevole.

Avevo uno spirito nazionalista, che ha sempre fatto fronte comune con i miei ideali, ma ora davvero comincia a vacillare.

Se sei una persona onesta, non puoi vivere in italia, perché l’italia ha leggi che tutelano i ricchi, i disonesti, ma è prevedibile se ci sono dei criminali al governo.

Abbiamo smarrito la strada, e se le leggi cominceranno ad essere contro di noi, contro le persone oneste, allora davvero la repubblica fondata sul lavoro non avrà più ragione di esistere

Lo stato si accanisce sulle persone oneste!! L’italia sta morendoultima modifica: 2010-07-17T11:18:45+02:00da raffaela075
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “Lo stato si accanisce sulle persone oneste!! L’italia sta morendo

  1. Mamma mia è incredibile! concordo con te e sono veramente arrabbiata, l’Italia è un Paese che tutela solo i lazzaroni e i disonesti, che sono gli stessi che ci governano! continua a scrivere di queste cose, facciamoci sentire perchè finchè non ci toglieranno la voce almeno potremo sentirci ancora delle persone. Facci sapere come si evolve la storia di A.!

  2. Non se nè po più!potere, mafia, corruzione, ci passa tutto sotto il naso ma nessuno ha il coraggio di reagire nessuno penza più al futuro ,la gente ha PAURA è soggiocata dalla tv si penzano che il mondo vero sia soltando quello che cè dietro lo schermo si fidano solo delle notizie date in tv,comunicano solo tramite una rete internet ora se non hai face boock non sei nessuno!siamo arrivati alla deriva la politica lo stato la chiesa sono già corrotte dal dio denaro.E’ tempo di unirsi e di riprenderci la NOSTRA ITALIA e continuare a seguire la strada dei nostri predecessori i quali molti degli ultimi sono stati ammazzati perchè erano riusciti a unire e rendere forte l’Italia e i CITTADINI ITALIANI togliendo il potere a chi ne usufruiva in maniera scorretto verso noi il popolo Italiano il POPOLO CHE LAVORA CHE CREA!Oggi invece siamo costretti a fuggire dalla nostra patria LO STATO CI ASSALE………CI CONSUMA gradualmente giorno dopo giorno,NOI che siamo i veri possessori del NOSTRO paese dobbiamo denunciare i nostri casi come ho letto qui sopra e soprattutto denunciare chi non sa fare il proprio lavoro mettendo persone che hanno realmente studiato e no persone raccomandate dove sono impiegati presso i luoghi publici.Si deve COLLABORARE destra e sinistra in sieme devono lavorare in sieme solo così si può tornare a vivere nel BEL PAESE!

  3. Caro Gaetano, le tue parole solo tanto crudeli quanto vere.
    Il nostro Bel Paese, di bello ha ormai solo la sua storia e la sua architettura, sempre che i vandali ormai non terminino il loro lavoro di distruzione.
    Purtroppo è alquanto comune vedere come chi sale al governo, dopo tante belle promesse sopra quella sedia pensi solo agli affaracci suoi.
    Parli di denunciare di collaborare, ma purtroppo sei vai a vedere tra tutti quelli che si lamentano siamo in pochi a cercare ogni volta una soluzione, un modo farci sentire e alla fine tutto cade nel baratro, nel dimenticatoio perchè la voce di quei pochi viene soffocata dal marciume che ci circonda.
    Ho sempre amato questo paese, e anche se spesso queste parole di sconforto mi assalgono, non smetto mai di sperare che prima o poi ci si possa riunire e creare davvero quel Bel Paese che l’Italia dovrebbe essere

Lascia un commento